GRANDE IMPRESA

LEGGI I PROFILI DELLE AZIENDE

ANTARES VISION

scroll to read

Dipendenti: 1.300
Fatturato: 224mln€
Travagliato (BS)

www.antaresvisiongroup.com

Uno spin off accademico che diventa, in una trentina d’anni, una società quotata con 30 sedi nel mondo, sempre più spostata nel mercato nordamericano, oltre 3.000 clienti nell’alimentare, beverage, cosmetica, prodotti chimici e, per il 55% del fatturato, nella farmaceutica. Emidio Zorzella, 52 anni, Presidente e AD di Antares Vision, spiega: «Sin dal 2007 ci siamo concentrati su questo ambito in quanto il più ricettivo perché condizionato da normative e requisiti molto stringenti: realizziamo sistemi di ispezione che garantiscono la tracciabilità totale del prodotto, da quando nasce a quando viene dispensato». La piattaforma sviluppata sin dall’inizio del Millennio combinava sia dispositivi fisici che infrastruttura digitale; nomi come Sanofi e Siemens sono driver di crescita, tanto che il capitale viene aperto a fondi. «Nel nostro percorso – continua – abbiamo capito che quello che facevamo poteva servire a tutti i settori. Si tratta di una rivoluzione per la gestione della supply chain, perché il prodotto fisico diventa anche un prodotto digitale, uno smart product e un media che porta con sé anche aspetti valoriali. Si tratta di un percorso che influisce anche sui temi ESG». Il segreto di questo successo? «La sincera e forte relazione di stima, amicizia e fiducia con il mio compagno di studi e socio, Massimo Bonardi».

BUSI GROUP

scroll to read

Dipendenti: 500
Fatturato: 170mln€
Paitone (BS)

www.busigroup.eu

Busi Group è leader in Italia nella produzione di prodotti e sistemi per la raccolta, compattazione e trasporto dei rifiuti e per l’igiene urbana. Come spiega Giuseppe Busi, che ne è presidente, «il Gruppo è costituito da quattro aziende: BTE, MEC e OMB Technology, brand storici che lavorano in sinergia per progettare e commercializzare prodotti integrati per la raccolta e gestione dei rifiuti, coprendo i due principali sistemi di raccolta, quella stradale e quella tramite il conferimento in isole ecologiche e punti di raccolta. BSA invece è una startup attiva nel segmento dell’igiene urbana e spazzamento stradale». I clienti sono aziende private e pubbliche che si occupano della gestione dei servizi rifiuti e igiene urbana, ma anche direttamente municipalità o aziende di noleggio. Le proposte dell’azienda con sede a Paitone, del resto, sono adatte a tutte le aziende che necessitano di raccogliere e compattare rifiuti o trasportare materie prime con sistemi scarrabili, come supermercati, aziende edili o aziende agricole. «Il nostro valore aggiunto? Sicuramente la possibilità di utilizzare soluzioni veramente integrate e di qualità avvalendosi delle più moderne tecnologie produttive», commenta il Presidente che pone l’accento anche sull’attenzione al tema del risparmio energetico e alle tematiche green, anche nella ristrutturazione degli stessi edifici produttivi della società.

FERALPI GROUP

scroll to read

Dipendenti: 1.856
Fatturato: 2,4 miliardi€
Lonato del Garda (BS)

www.feralpigroup.com

Tra i principali produttori siderurgici in Europa, Feralpi Group è specializzato nella produzione di acciai destinati sia all’edilizia sia ad applicazioni speciali. Oggi il Gruppo, che produce circa 2,5 milioni di tonnellate di acciaio l’anno, ha sede in sette Paesi: Italia, Germania, Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Ungheria e Algeria. Dalla capogruppo Feralpi Siderurgica, fondata nel 1968, un percorso di crescita ha dato vita a un gruppo internazionale, diversificato e verticalizzato a monte e a valle della filiera produttiva e di commercializzazione. Giuseppe Pasini, presidente Feralpi Group, dichiara: «La missione che si propone Feralpi non è soltanto quella di produrre il migliore acciaio per l’edilizia e la meccanica nel modo più sostenibile possibile, ma di farlo contribuendo al progresso economico e sociale delle comunità, alla valorizzazione del territorio e al benessere dei lavoratori, impegnandosi nella transizione verso modelli di sviluppo più inclusivi, efficienti e a minor impatto ambientale». È tra i leader sul mercato nazionale ed europeo nella produzione di tondo per cemento armato in barre, vergella liscia e nervata, tondo ribobinato, trafilato e rete elettrosaldata. La strategia ESG di Feralpi mira a crescere e garantire il futuro del Gruppo per i propri azionisti, dipendenti, clienti e la comunità in cui è profondamente radicato.

GEFRAN

scroll to read

Dipendenti: 650
Fatturato: 135mln
Provaglio d’Iseo (BS)

www.gefran.it

Gefran è una multinazionale italiana quotata in borsa e specializzata nella progettazione e produzione di sensori, sistemi e componenti per l’automazione e il controllo dei processi industriali, nata da un’intuizione del fondatore Ennio Franceschetti e che oggi prosegue nel suo percorso di successo sotto la gestione dei tre figli. Forte della credibilità conquistata sul campo in questi anni e grazie a una visione innovativa in continua evoluzione, Gefran è riuscita a raggiungere una posizione di leadership a livello internazionale nel proprio settore. «Ogni business unit, ha un’identità ben precisa – spiega Maria Chiara Franceschetti, presidente del gruppo – Abbiamo una profonda conoscenza delle tecnologie e dei processi di automazione che è diventata una leadership applicativa. Garantiamo qualità e continuità produttiva, attraverso procedure logistiche ottimizzate e una supply chain snella e flessibile. In un settore in rapida evoluzione, la sfida per noi è quella di mantenere la nostra identità tecnologica, sviluppando soluzioni distintive che ci consentano di anticipare il cambiamento. Abbiamo implementato un piano di sostenibilità integrato perché crediamo fortemente nei criteri ESG, pilastri di ogni aspetto del nostro business, dallo sviluppo prodotti alla produzione, dai consumi energetici ai comportamenti etici, alla centralità della persona. Il nostro obiettivo è quello di creare una cultura della sostenibilità lungo tutta la filiera, generando un impatto positivo sul territorio».

INDUSTRIE SALERI ITALO

scroll to read

Dipendenti: 630
Fatturato: 183mln
Lumezzane (BS)

www.saleri.com

Da azienda manifatturiera di componentistica per auto nata nel 1942, fino a diventare una realtà leader nella progettazione, sviluppo e produzione di sistemi di raffreddamento per il settore automotive, con una rete di aziende presenti a livello globale. «Non siamo semplici fornitori, ma siamo innanzitutto innovatori di prodotto», dichiara Matteo Cosmi, amministratore delegato del Gruppo Saleri. «Fare innovazione non significa solamente realizzare, bensì pensare nuovi prodotti. Questo valore si traduce per noi in un processo di costante ricerca e sviluppo, per inventare e poi produrre soluzioni tecniche altamente performanti, che possano essere durevoli nel tempo. Questo ci ha portato all’ideazione di diversi brevetti nei sistemi di Thermal Management aprendoci le porte dei più importanti brand dell’automotive a livello globale, più del 95% all’estero». In un mercato in costante evoluzione, impegnato nella transizione dal motore a scoppio all’elettrico, l’azienda ha colto la sfida della sostenibilità come driver fondamentale del suo costante sviluppo. Se a livello operativo questa si traduce nell’impegno per ridurre l’impatto delle emissioni dei veicoli, a livello strategico Saleri Group porta avanti il bilancio di sostenibilità, che integra gli obiettivi economici con la responsabilità sociale e ambientale, declinando ogni aspetto della ricerca e sviluppo sugli obiettivi ESG.

TURBODEN

scroll to read

Dipendenti: 311
Fatturato: 88mln
Brescia

www.turboden.com

Nasce nel 1980 come spin off universitario per opera del professor Mario Gaia, che ne è ancora presidente onorario e attivissimo ispiratore. «Turboden – racconta Paolo Bertuzzi, managing director & CEO – nasce per progettare, produrre e gestire sistemi ORC (Organic Rankine Cycle), altamente adatti alla generazione distribuita. Una soluzione che si applica al settore della geotermia su grandi impianti, recupero di calore da processi – ad esempio cementifici, acciaierie, cogenerazione da biomassa o da waste. Nel tempo si sono poi aggiunti i gas espander e le pompe di calore». Con due sedi produttive a Brescia e una in Turchia, secondo il suo CEO «Turboden rappresenta un buon esempio di mantenimento dell’autonomia locale di un’azienda che ha dalla sua però il supporto della casa madre a livello corporate e la possibilità da questa di accedere ai mercati globali. Nel 2009, infatti, è entrata a far parte di Mitsubishi Heavy Industries. Per il futuro siamo chiamati a un’accelerazione tecnologica che contribuisca a sostituire l’energia fossile, soprattutto con le pompe di calore». Con attività in tutti i continenti (l’Italia rappresenta solo il 15% del giro d’affari) e una popolazione fortemente scolarizzata, la realtà di Turboden è guidata oltre che da Bertuzzi anche dall’ingegner Roberto Bini, già primo dipendente della società, con cui condivide le deleghe di amministratore delegato.

About

Il premio più ambito dedicato all’imprenditoria del territorio di Monza, Brianza, Como e Lecco... e ora Brescia: un vero classico della piattaforma d’impresa BtoB Circle.

Contatti

Telefono: 039 231 5288

Mail: btobawards@hubnet.it

Indirizzo: Via Camillo Benso Cavour, 2, 20900 Monza MB

Seguici

Powered by

Contatti

BtoB Awards Brescia

Il premio più ambito dedicato all’imprenditoria del territorio di Monza, Brianza, Como e Lecco... e ora Brescia: un vero classico della piattaforma d’impresa BtoB Circle.

Telefono: 039 231 5288

Mail: btobawards@hubnet.it

Indirizzo: Via C.B.C. Di, Via Camillo Benso Cavour, 2, 20900 Monza MB

Powered by

Seguici

Privacy Policy

©BtoB Awards 2023. All Rights Reserved. | Esse Editore Srl | Via C.B.C. di Cavour, 2 | 20900 Monza – P.IVA/Cod. Fiscale 06623970966 – btobawards@hubnet.it