ESG

LEGGI I PROFILI DELLE AZIENDE

ANAERGIA

scroll to read

Dipendenti Italia: 59
Fatturato Italia: 70mln€
Brescia

www.anaergia.com

Nel 2008 Andrew Benedek, professore universitario canadese, lascia la carriera accademica per fondare una società la cui mission è la lotta al cambiamento climatico. Andrea Parisi, managing director, spiega: «L’obiettivo è accelerare la transizione energetica nel mondo trasformando i rifiuti in carburante rinnovabile, acqua pulita e fertilizzanti di alta qualità. Come lo si fa? Costruendo impianti di digestione anaerobica che trattano rifiuti di matrice organica trasformandoli in biogas; questo prodotto, che viene ulteriormente raffinato, diventa biometano. Non solo. Il digestato digradato dei batteri può a sua volta essere separato in acqua pulita, mentre la parte solida è equiparabile a un compost». Una rivoluzione verde, dunque, condotta in 8 uffici, sedi di produzione in quattro continenti e oltre 1.700 referenze dall’inizio dell’attività. Anaergia è allo stesso tempo, società di ingegneria e produzione: «In Italia stiamo lavorando molto in conseguenza al Decreto Biometano, entrato in vigore a fine 2022 che si basa su un sistema ad asta per avere diritto a incentivi per favorire la realizzazione di questi impianti. Molto, del resto, si può fare per decarbonizzare il settore industriale che in effetti ha molto interesse verso le nostre soluzioni vista la necessità di raggiungere gli obiettivi europei».

BERBRAND

scroll to read

Dipendenti: 6
Fatturato: 2mln€
Passirano (BS)

www.berbrand.com

Berbrand è un’azienda visionaria, che ha saputo incentrare la propria attività di produzione accessori per il mercato del lusso, intorno al concetto di sostenibilità. Materia prima d’elezione nella ricerca e sviluppo di materiali per fashion, automotive, design e eyewear è la madreperla, un materiale organico, coltivato e lavorato attraverso una filiera certificata, a scarto zero e con traccia carbonica negativa. «Nel 2002 parlare di sostenibilità era qualcosa di nuovo, visto con diffidenza», racconta Emanuele Bertoli, amministratore delegato di Berbrand. «Ci abbiamo creduto fortemente, impegnandoci per l’impatto climatico sulle barriere coralline e accrescendo, a ogni livello della filiera, la cultura della sostenibilità. Gli standard ESG rappresentano un valore concreto che permea ogni aspetto della nostra azienda». Una vocazione che ha trasformato l’attività in una realtà altamente innovativa, coniugando la sostenibilità in un concept all’avanguardia per lo sviluppo di prodotti unici, sostenibili, riciclati e upcycle. Diversi i brevetti e i premi di Berbrand, a conferma di una vocazione per l’innovazione e lo sviluppo tecnologico. Intelligenza artificiale, blockchain, etichette intelligenti per la tracciabilità dei prodotti, sono solo alcuni degli aspetti che hanno reso questa realtà una case history di successo a livello internazionale.

GRUPPO BAIA SILVELLA

scroll to read

Dipendenti: 320
Fatturato: 55mln€
Salò (BS)

www.baiaholiday.com

Nel 1974 il primo campeggio sul Lago di Garda; da quel momento, la famiglia Vezzola inaugura un nuovo concept di turismo all’aria aperta, che porterà all’acquisizione e ristrutturazione di strutture turistiche situate in location scenografiche in tutta Italia ed Europa per diventare, in poco tempo, il Gruppo Baia Silvella. «L’amore per la natura, il rispetto per l’ambiente e per le tradizioni, la profonda dedizione al lavoro sono i valori che hanno caratterizzato lo sviluppo di un modello di gestione turistica imprenditoriale pionieristico», spiega Valerio Vezzola, amministratore delegato del gruppo e seconda generazione di imprenditori. La passione unita alla visione innovativa, si è tradotta nella volontà di creare esperienze open-air in cui più stili di vacanza possono convivere, con un focus particolare sulla qualità dei servizi offerti e sulle strutture, tutte di proprietà. «La sfida per noi è quella di rafforzare i nostri valori e mantenere la medesima filosofia, legata alla qualità dei prodotti, declinando questo modello turistico in modo sostenibile». L’attenzione all’ambiente si traduce per il Gruppo nel progetto Be Green che parte da gesti semplici, ma la struttura Camping Village Cavallino ha recentemente ottenuto la certificazione GSTC, del Global Sustainable Tourism Council, organismo internazionale che premia la sostenibilità e la responsabilità sociale nel turismo.

LIQUIGAS

scroll to read

Dipendenti: 800
Fatturato: 641mln€
Brescia (sede amministrativa)

www.liquigas.it

Liquigas è una società di origine bresciana, fondata dall’imprenditore Paolo Zani, collezionista d’arte e patron del ciclismo, scomparso nel 2018, dopo aver ceduto l’azienda al gruppo SHV Energy. Oggi Liquigas copre una quota del 20% di mercato nella distribuzione GPL e GNL in Italia. Marcello Zefferi, direttore commerciale, snocciola i numeri di una realtà in forte crescita: «Abbiamo 50 uffici vendita in Italia, 20 stabilimenti e depositi, 18 aziende partecipate e una rete capillare di oltre 5.000 rivenditori di bombole. Tra gli oltre 300.000 clienti nell’ambito del prodotto sfuso e degli impianti canalizzati, numerose sono anche le grandi aziende come FCA Stellantis, Granarolo, Sanpellegrino, ma anche agriturismi, villaggi e paesi. Forniamo approvvigionamento energetico sicuro, efficiente e pulito dove non arriva la rete metano. Con bombole o con serbatoi mettiamo chiunque nelle condizioni di abitare il territorio». Zefferi, 63 anni, sfata anche qualche pregiudizio: «GPL e GNL hanno un altissimo potere calorifico, con bassi livelli di emissione CO2 e polveri sottili. Sono le fonti energetici ideali per una transizione verso un’economia low carbon». Forte la propensione nei confronti di un modello sempre più sostenibile, impegno concretizzato nella business unit Futuria che studia nuovi combustibili: in particolare, bioGPL, bioGNL e rDME che, attraverso la lavorazione di scarti organici, consentiranno di produrre gas ecologico».

OMB SALERI

scroll to read

Dipendenti: 250
Fatturato: 71mln€
Brescia

www.omb-saleri.it

Nel 1980 Paride Saleri e il fratello rilevano una piccola officina meccanica, ma «ben presto zio Paride, che è sempre stato un illuminato, ha puntato alla crescita. Ecco che nel 2000 l’azienda sviluppa valvole per l’utilizzo del gas metano e GPL nell’automotive, mentre già dal 2013 studiamo l’utilizzo delle valvole per l’idrogeno nel mondo dei trasporti che nel post pandemia ci ha visti pronti allo sviluppo». Lo racconta Elena Gambera, managing board member di OMB Saleri, che realizza prodotti per il metano e l’idrogeno e li esporta in Europa, Usa, Cina, Canada. «Il futuro? Anche nel criogenico e nell’aerospace». E se l’R&D è il centro nevralgico, con il 20% di ingegneri meccanici, Gambera – che ha in capo anche l’area academy ESG e HR – parla di una realtà che ha alla base una spinta olivettiana: «L’azienda non deve solo generare profitto ma garantire benessere a chi lavora e al territorio. Siamo società benefit, abbiamo avviato un percorso di sostenibilità finalizzato a monitorare le performance su temi di responsabilità sociale e ambientale. Abbiamo adottato un frutteto, crediamo nel welfare e organizziamo una piattaforma di carpooling e l’academy interna. Crediamo, inoltre in un patto di comunità con il quartiere in cui risiediamo, che ha una ventina di etnie: attiviamo azioni che vanno a beneficio di tutta la comunità, dalla alfabetizzazione digital per gli anziani all’istituzione di una scuola calcio».

SABAF

scroll to read

Dipendenti: 1.700
Fatturato: 254mln€
Ospitaletto (BS)

www.sabaf.it

Nell’Italia del 1950 le famiglie italiane richiedevano sempre più elettrodomestici e la famiglia Saleri si imbarca nell’avventura di un’azienda che si dedica alla realizzazione di componenti per piani cottura, bruciatori… 73 anni dopo Sabaf è una realtà quotata in borsa, fortemente managerializzata con 15 stabilimenti nel mondo, 4 divisioni (cerniere per elettrodomestici, componentistica elettronica per elettrodomestici, componentistica per la cottura a gas, componenti per induzione). L’ad Pietro Iotti, 57 anni, grande amante del suo lavoro, ripercorre una crescita «del 70% in 5 anni e abbiamo l’obiettivo di crescere ulteriormente tra il 15 e 20% all’anno. In questo senso siamo degli spendaccioni (sorride, Ndr) perché ogni anno investiamo tra i 15 e 20 milioni di euro in acquisizioni strategiche. Siamo i numeri 1 in vari ambiti, merito anche del centinaio di ingegneri che lavorano ogni giorno sullo sviluppo del prodotto. Il rapporto di fiducia con i clienti è totale, tanto che si coordinano con i nostri tecnici quando devono sviluppare un nuovo progetto». L’Ingegner Iotti sottolinea anche il commitment dell’azienda sui temi ESG, «tanto che per i dirigenti è anche previsto un premio economico legato a questi obiettivi. Del resto, redigiamo il Bilancio sociale dal 2004, siamo antesignani sul tema perché ci abbiamo sempre creduto davvero».

About

Il premio più ambito dedicato all’imprenditoria del territorio di Monza, Brianza, Como e Lecco... e ora Brescia: un vero classico della piattaforma d’impresa BtoB Circle.

Contatti

Telefono: 039 231 5288

Mail: btobawards@hubnet.it

Indirizzo: Via Camillo Benso Cavour, 2, 20900 Monza MB

Seguici

Powered by

Contatti

BtoB Awards Brescia

Il premio più ambito dedicato all’imprenditoria del territorio di Monza, Brianza, Como e Lecco... e ora Brescia: un vero classico della piattaforma d’impresa BtoB Circle.

Telefono: 039 231 5288

Mail: btobawards@hubnet.it

Indirizzo: Via C.B.C. Di, Via Camillo Benso Cavour, 2, 20900 Monza MB

Powered by

Seguici

Privacy Policy

©BtoB Awards 2023. All Rights Reserved. | Esse Editore Srl | Via C.B.C. di Cavour, 2 | 20900 Monza – P.IVA/Cod. Fiscale 06623970966 – btobawards@hubnet.it